Un vero paradiso tropicale di Tamatave

Prima di tutto, andiamo visitare isieme il Parco Nationale d’Ivoloina e lo zoo dei lemuri con il nostro circuito turistico. Inizieremo la nostra escursione con una visita panoramica della cittadina di Tamatave, il decadente quartiere coloniale, il Boulevard Joffre, l’Avenue del’Indépendance arteria principale della città e l’affollatissima Rue du Commerce occasione quotidiana di incontro per i locali malgasci e per le donne che ogni mattina vi si recano per la spesa nel grande mercato antistante di Tamatave. Dopo una breve visita al mercato, dove avremo la possibilità di conoscere ed acquiestare ogni sorta di spezie e piante medicinali, oltre ai tipici oggetti dell’artigianato locali i tessuti stampati in cotone e le creazioni in raffia e vimini, ci dirigeremo a Nord di Tamatave per raggiungere Ivoloina. Questo ci offrirà la possibilità di ammirare la bellazza a tratti selvaggia e incontaminata della costa est del Madagascar. A bordo del nostro macchina (minivan) attraverseremo il centro di Tamatave per scoprire una grande città tipicamente africana, affollata e trafficata, con reminescenza coloniali che, seppure erose dal tempo e dalla forza della natura in questa area del mondo spesso inclemente, ancora affiorano nelle facciate degli edifici più nobili e antichi. Un assaggio della vita locale moderna, tra risciò trainati da giovani ragazzi, donne locali che affollano i mercati e uomini che si recano al lavoro, sarà l’occasione per ammirare i colori di questo paese diverso e affascinante avvicinandosi a una cultura molto lontana dalla nostra ma che molto ha in comune con la vita rurale dei nostri antenati. Lasciata la città, Qui potremo visitare il parco Nationale creato come giardino sperimentale nel 1898 sulla riva ovest del fiume da cui prende il nome. Questo parco ci offrirà la possibilità di ammirare numerose specie vegetali rare, qui conservate, differenti specie di lemuri, numerose specie di rettili, quali tartarughe di terra, serpenti e cameleonti che, rinchiusi temporaneamente in gabbia per essere studiali e preservati, vivono liberi e numerosi nella riserva.Dopo quest’emozionante esperienza, raggiungeremo le strade Nationale numero cinque per Foulpointe: la storia e natura, ammiraremo un paesaggio vario e scenografico in un susseguirsi di costa oceanica campagna, campi coltivati, foresta, laguna e villaggi. La vita rurale ci apparirà ferma nel tempo: villaggi formati da tipiche abitazioni a campanna, comunità basate su antichi mestieri, donne affaccendate nelle attività quotidiane, gruppi di bimbi che, in modo semplice, con quello che loro offre la natura, giocano all’aperto. Dopo un’ora e mezza circa di tragitto, sempre vario e pittoresco, giungeremo alle vestigia di un’antica fortezza risalente al XIX secolo: Mahavelona in lingua malgascia, Foulpointe secondo i colonizzatori europei. Entreremo dunque in un sito considerato sacro dai locali, ancora oggi meta di pellegrinaggio. La fortezza ci colpirà a prima vista per lo spessore a la tipicità delle sue mura, edificate dalla tribù dei Merina secondo un’antica tradizione edilizia, mischiando pietre, fondo marino e albume d’uovo in una miscela che ha resistito nei secoli agli attacchi nemici e alle intemperie. Una piacevole passaggiata all’interno della fortezza ci consentirà di amminare i resti delle dimore dei soldati e dei capi militari, nonché un grande albero ai piedi del quale ancora oggi vengono deposte le offerte agli antenati. Apprenderemo informazioni sulla storia del paese, sulle vicissitudini dei suoi reali e sulle dominazioni che nei secoli si sono alternate. Nel rispetto dell’antica tradizione animista, ancora oggi molto diffusa, scopriremo come sia oltraggioso puntare il dito per indicare i luoghi considerati sacri. Sarà come fare un tuffo in un passato lontano ma per certi aspetti ancora presente nella magia di questo paese esotico e lontano. Procederemo quindi in macchina (minivan) verso una simplice strutura alberghiera affacciata sull’oceano per assaporare il dolce gusto della frutta fresca appena colta per rilassarci al ritmo musica tipicamente Malgascio (vako-drazana) sulla bella spiaggia di Foulpointe per permetterci di sentire un vero paradiso tropicale. Per finire, turneremo verso la città di Tamatave e la giornata e finita.

Advertisements

BUEC documentary movie

Watching this very short movie will serve you to learn about BUEC’s history, goals, and problems as well. The movie is produced because BUEC deserves to be heard by this world. Despite its effort on helping to protect the environment inside of the campus of the University of Tamatave, and to spread the importance of the English languages, we still realize that there many people and even some students of the University of Tamatave doesn’t know what Barikadimy’s United English Club is. That means that we should go further again. But that would be little bit difficult without your hands. And to contact us, randriamboavonjy_niainapatrick@yahoo.fr is always available for your supports. Thanks before a hands and indeed please forget to enjoy the movie. Sharing this movie to your friends is already a great contribution on helping us to be heard and known as well. Just little message for guys, especially the students of the University of Tamatave: “Love your English Club first so that everyone else will too”

BUEC Midola

With this wonderful video archive you will understand more about what Barikadimy’s United English Club of the University of Tamatave is doing. BUEC is not only the place for English practice but also the place where you can have fun as you see in the video. So please enjoy this very nice Easter gift from BUEC.